Uberto Delprato

“Frammenti ritrovati di Iparione da Casal Monastero (fr. 12, 404, 7, 1[inf] Hub. – sec. XX)”

Quel ramo della via Nomentana, che volge a Palombara…
(ndt – dalla storia di una giovane coppia di sposi)

T’amo, pijo er bus
e mite un sentimento…
(ndt – analisi ermeneutiche suggeriscono che il sentimento non era poi tanto mite)

La nebbia al Crustumerium
piovigginando sale,
a sotto il Pratolungo
urla e lampeggia il GRA;
(ndt – testo oscuro, forse riferito alle difficili condizioni ambientali del tempo)

Nel mezzo del Casal di Monastero
mi ritrovai per una selva oscura
che’ la via per S.Enrico era smarrita.
(ndt – probabilmente effetto delle abbondanti libagioni di chinotto, di cui si narra Iparione fosse ghiotto)