Scuole, scuole e ancora scuole (Aggiornamento)

0
8

Al fine di fare chiarezza sulla situazione delle nuove iscrizioni alla scuola media di Casal Monastero, riteniamo opportuno trascrivere ciò che il C.d.Q. ha comunicato ai mezzi d’informazione ed alla Presidenza del Municipio IV, affinché ognuno possa farsi una propria idea conoscendo la situazione che si è andata delineando.

Nonostante l’impegno profuso dal C.d.Q. per raccogliere e consegnare le oltre 400 firme, l’ultimo atto, quello preannunciato dalla Preside e deliberata dal Consiglio d’Istituto, purtroppo ha scelto la soluzione contraria alla proposta/richiesta dei cittadini e, soprattutto, ha disposto l’esatto contrario di ciò che era stato deliberato dallo stesso Consiglio d’Istituto lo scorso anno.

Questo, nonostante la Circolare del M.I.U.R. non sia affatto cambiata nei punti salienti, riguardanti appunto le iscrizioni alle scuole secondarie di primo grado (medie).

Visto che a noi ed ai cittadini risultano infondate le motivazioni che hanno indotto tali scelte, pur apprezzando il difficile compito posto in capo al personale scolastico, abbiamo ritenuto doveroso informare le Istituzioni territoriali di questo grave fatto che “potenzialmente” discrimina – ancora una volta – i nostri bambini. Pertanto, abbiamo chiesto un incontro urgente e il loro intervento non soltanto sull’argomento delle nuove iscrizioni ma per tutto ciò che attiene la situazione scolastica del quartiere, attualmente in rapida evoluzione.

Per maggiore chiarezza, potete leggere gli articoli e le lettere scritte dal C.d.Q. in questi giorni e confrontare le due circolari del M.I.U.R. relative agli anni 2013/2014 e 2014/2015, ai seguenti indirizzi:

http://www.gildains.it/public/documenti/2453DOC-603.pdf

http://www.istruzione.it/allegati/2014/cm28_14.pdf

Speriamo che l’ovvio torni presto ad essere pari al giusto!

Ai prossimi aggiornamenti o iniziative al riguardo.

Saluti

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

NOTA INVIATA ALLA REDAZIONE DI RADIO ROMA CAPITALE (FM 93.00) IN DATA 18/01/2014

Gentile redazione,
non c’è pace per i bambini e i ragazzi che abitano a Casal Monastero (Municipio IV, ex V).
Vogliono continuare far diventare i nostri figli degli “alunni pendolari”, nonostante ora, le scuole materne-elementari e medie nel quartiere, siano state costruite!!!
Dopo la battaglia che siamo stati costretti a fare, insieme ai genitori, nel settembre scorso per ottenere i pulmini del trasporto scolastico, ora sembra che qualcuno voglia complicarci la vita anche per quel che riguarda le nuove iscrizioni alle prime classi della scuola media.

Il problema è semplice, anche se non facilissimo da spiegare, la nostra scuola media fa parte di un “Istituto Comprensivo Scolastico” che ha ben 6 plessi da gestire e il problema non ci sarebbe se questi si trovassero nello stesso ambito territoriale o meglio ancora nello stesso quartiere.
Invece x noi il problema sorge perchè i plessi sono distribuiti in ben tre quartieri diversi e distanti tra di loro, ovvero, San Basilio – Torraccia e Casal Monastero, quest’ultimo quartiere isolato in quanto si trova oltre il GRA.
Ora, premesso che il ben noto dimensionamento scolastico ha creato notevoli disagi “accorpando” diversi istituti, nel nostro caso ha creato ulteriori problemi, perchè ora i bambini che abitano nel quartiere e che potrebbero finalmente frequentare le scuole di Casal Monastero (appena costruite, dopo 20 anni), rischiano di restare esclusi per una frase “subdola” inserita nella circolare del MIUR n.28 del 10/1/2014 che a pagina 8 recita così:…..Resta inteso, comunque, che gli alunni provenienti dalle scuole primarie dello stesso istituto comprensivo hanno priorità rispetto agli alunni provenienti da altri istituti.

ed alla quale bastava aggiungere:…..laddove le condizioni territoriali lo consentano.

In parole semplici, questa frase potrebbe determinare l’eventualità che i ragazzi che abitano nei pressi della scuola rischino di non essere presi, mentre altri provenienti da altri quartieri sì, nonostante la presenza di altre scuole dello stesso tipo esistenti nei pressi delle loro abitazioni.
Tutto questo alla faccia dello smog, delle domeniche ecologiche, delle targhe alterne, dell’invito a lasciare le auto a casa in favore dei mezzi pubblici e soprattuo alla faccia degli aiuti alle famiglie e ai nostri giovani che continuerebbero ad essere costretti a fare vita da “pendolari”.
Senza dimenticare che la stessa circolare a pagina 2 recita così: …….pur nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, i criteri di precedenza deliberati dai singoli Consigli di Istituto debbono rispondere a principi di ragionevolezza quali, a puro titolo di esempio, quello della viciniorietà della residenza dell’alunno alla scuola……..
Insomma, delle due l’una…..

Come genitori siamo davvero esasperati!!!!

Il Comitato di Quartiere di Casal Monastero (A.S.S.C.) sta effettuando una raccolta di firme che trasmetterà, insieme ad una nota, agli uffici competenti e alla Preside per chiedere, al prossimo Consiglio d’Istituto, di tenere conto di questa problematica e deliberare in favore delle richieste dei cittadini residenti.

Il Presidente A.S.S.C. Casal Monastero
Alessandro Zaghini

E-MAIL INVIATA AL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO IV IN DATA 22/01/2014

Gent.mo Presidente, Egregi Consiglieri,

Apprendiamo con stupore e rammarico la notizia che, il Consiglio d’Istituto dell’I.C. Mahatma Gandhi, riunitosi oggi per discutere l’assegnazione dei criteri di priorità per l’iscrizione alla scuola secondaria di primo grado, non ha preso minimamente in considerazione le numerose firme raccolte nei giorni scorsi dai cittadini di Casal Monastero, i quali intendevano ribadire la necessità di assegnare un diritto di priorità agli alunni residenti nei pressi della scuola, così come deliberato dal Consiglio d’Istituto dello scorso anno.

Pur non essendo variate le disposizioni impartite dal M.I.U.R., con la circolare n.28/2014, rispetto a quelle dell’anno precedente, codesto istituto scolastico ha preferito e volutamente indirizzato le priorità verso una ipotetica continuità verticale che in nessun modo porterebbe benefici agli studenti, data la ben nota situazione territoriale.
Situazione peraltro ribadita nella nota dello scrivente C.d.Q. n.1/2014 protocollata presso la scuola e a cui sono state allegate le circa 400 firme raccolte.

Si ritiene doveroso far presente che l’autonoma ed efficace delibera del C.I. dello scorso anno – che stabiliva come prioritario il principio della territorialità – non ha prodotto nessuna conseguenza negativa né agli alunni, né al dirigente scolastico, né al regolare svolgimento delle iscrizioni, ma ha bensì tutelato nel miglior modo il diritto allo studio dei ragazzi.

Pertanto, onde evitare il ricorso ad ulteriori azioni già palesate dai cittadini, si invita l’ente territoriale preposto, a voler contattare il Dirigente Scolastico per analizzare ed eventualmente rivedere di concerto tali decisioni, al fine di garantire una più efficace fruizione della scuola da parte degli studenti del quartiere oltre ad un evidente vantaggio per le relazioni sociali dei ragazzi e delle loro famiglie.

Cordiali saluti

Il Presidente dell’A.S.S.C. Casal Monastero
Alessandro Zaghini

LETTERA INVIATA ALLE AUTORITA’ MUNICIPALI COMPETENTI IN MATERIA SCOLASTICA

378 - Fax_Richiesta_incontro_Presidente_scuole

LETTERA INVIATA AL DIRIGENTE SCOLASTICO

377 - Fax_Dirig_scuola_media_principio_territorialita
Media voto: 3.00 su 5.00

Ultimo aggiornamento: