Home / Notizie / Dimensionamento scolastico: presentato ricorso al T.A.R.

Dimensionamento scolastico: presentato ricorso al T.A.R.

INSIEME PER LA BUONA SCUOLA.

I GENITORI DI CASAL MONASTERO E TORRACCIA PRESENTANO RICORSO AL TAR SUL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO BOCCIATO DALLA REGIONE LAZIO.

Siamo la zona di Roma con più bambini e vogliamo crescere con la scuola; per questo chiediamo una scuola che cresca con noi!

Nei quartieri del quadrante Roma Est denominati Casal Monastero e Torraccia, noi genitori di bambini che frequentano e che sono in attesa del completamento di iscrizione presso l’I.C. Mahatma Gandhi condividiamo il principio che la Buona Scuola si realizza anche attraverso istituti con dimensioni gestibili, dove famiglie e scuola possano lavorare insieme al meglio per l’educazione dei ragazzi, costruendo un progetto educativo attento alle specificità di ogni territorio.

Vogliamo collaborare con i nostri docenti e chi amministra il delicato mondo dell’istruzione e per questo abbiamo sostenuto e sosteniamo la delibera del IV Municipio e di Roma Capitale, finalizzata a garantire una Scuola migliore per tutti gli alunni dei quartieri che oggi fanno parte dell’Istituto Comprensivo “M. Gandhi”.

In questi giorni, insieme a numerosi genitori, abbiamo inoltrato un Ricorso al TAR, per chiedere l’annullamento della delibera n. 919 del 28.12.2017, con la quale la Regione Lazio ha bocciato, per il secondo anno consecutivo, ogni proposta sino ad ora presentata per superare le difficoltà legate alla gestione del nostro Istituto, che ha 7 sedi dislocate nei territori di San Basilio, Torraccia e Casal Monastero.

Anche quest’anno la Regione Lazio ha infatti espresso parere negativo rispetto all’autonomia del nuovo Istituto Comprensivo, rimandando nuovamente ad un tavolo tecnico la risoluzione delle criticità della rete scolastica del IV Municipio (“considerato necessario mantenere lo status quo relativamente alle scuole del Municipio IV e del Municipio IX per le quali dovrà essere previsto un apposito tavolo tecnico tra i soggetti interessati per la riorganizzazione dell’intera rete scolastica” – cfr. pag. 5 della delibera n. 919 del 28.12.2017, n.d.r.)

Già lo scorso anno, con delibera n. 832 del 30.12.2016 la Giunta Regionale del Lazio bocciò la richiesta di istituzione del nuovo I.C., indicando nella delibera la necessità di affidare ad un tavolo tecnico la risoluzione delle criticità riguardanti la rete scolastica del IV Municipio. Bisogna evidenziare tuttavia che la Regione Lazio nel lasso di tempo intercorso tra la delibera del 2016 e quella del 2017, non ha intrapreso in alcun modo l’iter per la istituzione del tavolo  e pertanto appare quantomeno contraddittorio che la Regione ritenga necessaria l’istituzione di un tavolo tecnico, senza poi tuttavia porre in essere alcuna azione per la sua concreta realizzazione, per poi usare nelle motivazioni del rigetto delle istanze del territorio la mancata istituzione del tavolo stesso.

Continuiamo a sostenere che sia necessario istituire un nuovo I.C. per i plessi di Casal Monastero e Torraccia proprio al fine di realizzare quanto previsto dalle Linee Guida della Regione Lazio in termini di dimensionamento scolastico, ossia accorpare in un nuovo Istituto i plessi scolastici (quelli dei quartieri di Torraccia e di Casal Monastero) con territori aventi esigenze omogenee ed un elevatissimo numero annuale di iscritti, favorendo così anche una più agevole gestione delle altre sedi dell’I.C. Gandhi, il quale potrebbe dedicare maggiori risorse al territorio rimasto per la valorizzazione delle risorse locali e fornire risposte adeguate ai bisogni educativi e sociali dell’utenza.

I NUMERI DEL RICORSO
(relativi ai plessi di Casal Monastero e Torraccia):

  • 27 classi su 45
  • 143 famiglie
  • 197 alunni

I numeri dell’Istituto Gandhi: 71 Classi di cui, 45 nel territorio di Casal Monastero e Torraccia e 26 in quello di San Basilio

  • 13 sezioni di scuola dell’Infanzia
    • 2 Via Corinaldo (San Basilio)
    • 4 Via Fabriano (San Basilio)
    • 3 Via Pennabilli (San Basilio)
    • 4 Via Nomentum (Casal Monastero)
  • 40 sezioni di scuola Primaria
    • 4 Via Corinaldo (San Basilio)
    • 5 Via Fabriano (San Basilio)
    • 8 Via Pennabilli (San Basilio)
    • 11 Via Paolo Rossi (Torraccia)
    • 12 Via Ratto delle Sabine (Casal Monastero)
  • 18 sezioni di scuola Secondaria
    • 18 Via Ratto delle Sabine (Casal Monastero)

Il numero totale di iscritti dovrebbe essere superiore a 1500 alunni (nell’anno scolastico scorso 2016-2017 erano 1540). Le linee guida della Regione Lazio stabiliscono, tra le varie cose, che:

  • Le istituzioni scolastiche devono avere di norma un numero di alunni, consolidato e prevedibilmente stabile almeno per un quinquennio, compreso tra 600 e 1200, con media regionale tendenzialmente di 900 alunni.

(cfr pag 3. Delibera n. 644 del 12.10.2017 – Linee guida della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 2018/2019)

Da qui appare evidente come la richiesta di noi genitori, di formare un nuovo IC per i territori di Casal Monastero e Torraccia, sia quanto mai fondata e rispondente alle linee guida 

Vediamo come sono andati i fatti:

La Regione, con la delibera n. 919 del 28.12.2017 ha nuovamente respinto il dimensionamento, più volte richiesto dai cittadini e approvato anche da ben 3 istituzioni partecipanti all’iter procedurale riguardante la riorganizzazione della rete scolastica. Ricordiamo infatti che:

  • con delibera n. 7 del 9.10.2017 il IV Municipio, preso atto della volontà popolare più volte espressa, ha deliberato a favore dell’istituzione del nuovo I.C. per i plessi di Casal Monastero e Torraccia;
  • la Giunta Capitolina nella seduta del 6.11.2017 con delibera n. 239 ha approvato il piano redatto dal IV Municipio in quanto rispondente ai principi dettati in materia dalla Regione Lazio con con D.G.R. n. 644/2017, avente ad oggetto le linee guida sulla programmazione della rete scolastica
  • in data 1.12.2017 anche il Consiglio di Istituto dell’I.C.S. M. Gandhi ha approvato la delibera del IV Municipio sopra indicata.

Facciamo presente che nella motivazione del provvedimento della Regione Lazio, nulla si dice riguardo al perché sia “considerato necessario mantenere lo status quo relativamente alle scuole del Municipio IV”, né si spiega quali siano le motivazioni per cui si rende necessario istituire un tavolo tecnico per la riorganizzazione della rete scolastica.

Si noti che il tavolo tecnico era stato già previsto dalla Regione Lazio con la delibera n. 832 del 30.12.2016, ma mai dalla stessa istituito e convocato. Né nella nuova delibera n. 919 si spende una sola riga in ordine alla mancata convocazione del tavolo tecnico ritenuto necessario per l’approvazione del nuovo dimensionamento.

Bisogna evidenziare – infatti – che la Regione Lazio nel lasso di tempo intercorso tra la delibera del 2016 e quella del 2017, non ha intrapreso in alcun modo l’iter per la istituzione del tavolo  e pertanto appare quantomeno contraddittorio che la Regione ritenga necessaria l’istituzione di un tavolo tecnico, senza poi tuttavia porre in essere alcuna azione per la sua concreta realizzazione, per poi usare nelle motivazioni del rigetto delle istanze del territorio la mancata istituzione del tavolo stesso.

Ed a cosa potrebbe servire un tavolo tecnico quando già l’attuale iter procedimentale prevede che si esprimano i seguenti soggetti: C.d.I., Municipio, Roma Capitale, Città Metropolitana di Roma, O.S.R. e Regione Lazio. Quali altri soggetti dovrebbero dover esprimere il proprio assenso? La istituzione di un nuovo I.C. non è di per se una riorganizzazione della rete scolastica? A queste domande la Regione Lazio non risponde. Né la deliberazione n. 919 contiene alcuna risposta.

Noi genitori continuiamo a sostenere che sia necessario istituire un nuovo I.C. per i plessi di Casal Monastero e Torraccia proprio al fine di realizzare quanto previsto dalle Linee Guida della Regione Lazio in termini di dimensionamento scolastico, ossia:

  • Armonizzare esigenze didattiche, educative e di formazione specifica con le necessità di sviluppo economico-territoriale, favorendo la stabilità delle istituzioni scolastiche nel tempo e la loro capacità di rapportarsi in modo sempre più diretto e partecipato con il territorio di riferimento;
  • Conciliare la risposta efficace ai bisogni educativi e sociali dell’utenza e alle dinamiche di sviluppo territoriali con le finalità di contenimento della spesa e di raggiungimento degli obiettivi di stabilizzazione della finanza pubblica

(cifr. pag 2 allegato 1 delibera n.644 del 12.10.2017 – Linee guida della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 2018/2019)

Tutto ciò consentirebbe infatti di accorpare in un nuovo istituto i plessi scolastici (quelli dei quartieri di Torraccia e di Casal Monastero) con territori aventi esigenze omogenee, favorendo così anche una più agevole gestione dell’I.C. Gandhi, il quale potrebbe dedicare maggiori risorse al territorio rimasto per valorizzare la risposta ai bisogni educativi e sociali dell’utenza.

Il Direttivo dei Sempre Attivi !

Media voto: 3.50 su 5.00

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares