Cani randagi: abbiamo scritto a chi di dovere

0
156

Alla A.S.L. VETERINARIA RM D
Fax 06.6710.9554

E p.c.
Al Comune di Roma
Ufficio Tutela e Diritti degli Animali
Fax 06.32650568

Roma, 09/07/2007

Oggetto: Problematica “cani randagi” nel Piano di Zona D1 CASAL MONASTERO, Municipio V. RICHIESTA DI INTERVENTO URGENTE.

Questo Comitato ha più volte rappresentato, sia verbalmente che con note scritte (di cui si allega copia), l’urgenza di un intervento risolutivo circa la questione dei 5/6 cani randagi presenti abitualmente nelle vie del Quartiere (via Tersilia la Divina, viale Ratto delle Sabine, via Elisea Savelli).
Anche diversi cittadini hanno segnalato tale problematica al call-center dell’ Ufficio Tutela e Diritti degli Animali del Comune di Roma (ad esempio il 21 feb 2007 e il 27 feb 2007).

Purtroppo, nei giorni scorsi, si sono verificati nuovi episodi di aggressioni alle persone da parte di questi animali e le testimonianze raccolte sul ns sito ne sono la conferma (vedi copie allegate).
Sino ad oggi i cittadini hanno tollerato la loro presenza (ed in alcuni casi anche contribuito alla loro adozione) ma gli ultimi episodi verificatisi ai danni di podisti, semplici passanti in bicicletta e addirittura bambini nel passeggino, preoccupano molto.
Anche perché il quartiere è frequentato da molti bambini che in alcune circostanze sono dovuti ricorrere ai negozi per salvarsi dalla minaccia del “mini branco”.
Chiediamo pertanto a codesta, spettabile, competente autorità di intervenire con la massima urgenza alla cattura ed alla opportuna allocazione dei cani randagi presenti nel quartiere, ponendo la massima accortezza per la tutela degli animali ma anche il doveroso rispetto dei diritti dei cittadini.

Certi di un vostro rapido intervento, cogliamo l’occasione per inviare cordiali saluti.

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

Media voto: 3.00 su 5.00