Incontro con Assessore del comune di Roma alla Mobilità Eugenio Patanè

0
463
Relazione incontro del 19 Aprile con Assessore alla Mobilità del Comune di Roma Eugenio Patané
Nel pomeriggio si é svolto un incontro negli uffici di Via Capitan Bavastro, fra l’Assc Casal Monastero, l’Assessore alla Mobilità Eugenio Patané, il Presidente del IV Municipio Massimiliano Umberti e il Consigliere del IV Municipio Adriano Brescia Presidente della Commissione Assetto del Territorio
Diversi sono i temi che abbiamo portato sul tavolo e a cui abbiamo cercato di avere risposte. Ma andiamo per ordine:
-Metro B prolungamento Rebibbia/Casal Monastero
L’Assessore si é detto molto fiducioso in una chiusura positiva a brevissimo termine del contenzioso aperto da anni con il vecchio consorzio. Sul tavolo sono già stati previsti circa 4,5 milioni di euro per procedere ad un restayling del progetto iniziale senza stravolgerlo e circa 14,5 milioni per transare prima della sentenza con lo stesso consorzio. Passaggio fondamentale sarà la candidatura di Roma per l’Expo che porterebbe circa 600 milioni di euro per la realizzazione dell’opera entro il 2030
-Situazione trasporto pubblico
Abbiamo evidenziato come il quartiere non essendo collegato in alcun modo ne con la Nomentana, ne con la Tiburtina, necessita di una maggiore efficienza delle due linee presenti (344/404) possibilmente riportando la linea 404 in Atac. L’Assessore ha spiegato che gli appalti di Roma Tpl sono scaduti 4 anni fa e che sono stati rinnovati di anno in anno, non garantendo continuità a chi avrebbe dovuto fornire il servizio. Finalmente a brevissimo si andrà a gara per individuare i due soggetti (e non più 4) con la partenza per agosto/ settembre della road map. Noi abbiamo manifestato la necessità di ridisegnare il percorso dellla linea 404 facendola diventare una linea fast che porti gli abitanti velocemente su via Tiburtina attraverso via dei Radar, per poi raggiungere metro a Ponte Mammolo. Questo per alcune motivazioni:
1 portare rapidamente gli abitanti su via Tiburtina e capolinea metro, evitando inutili giri fra torraccia e san basilio che sono già raggiungibili con il 344.
2 permettere ai ragazzi dell’ Unicamillus, ai dipendenti della Leonardo e altre aziende presenti in loco di raggiungere la destinazione evitando l’utilizzo dell’auto ed evitando il pericolosissimo transito pedonale su Via di Sant’Alessandro (al momento non é in programma la realizzazione di un marciapiede fino a via Tiburtina)
3 evitare l’intenso traffico generato dai vari dipendenti delle aziende che gravitano intorno l’area industriale delle Tiburtina e che giornalmente interessano le strade del quartiere
4 bypassare in maniera efficace il provvedimento comunale di istituire la zona ztl che nel nostro caso verrà istituita in via di Rebibbia/via Tiburtina che creerà inevitabilmente una rivoluzione nella mobilità del quadrante
Di questo tema comunque se ne discuterà in assemblea pubblica in cui vi chiediamo già da ora di intervenire numerosi
-Abbiamo segnalato la necessità oramai diventata urgenza, di installare colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici ad alta efficienza, e la possibilità di utilizzo di car sharing e bike sharing. Anche su questo tema l’Assessore ha preannunciato che a brevissimo verrà varato il nuovo regolamento comunale e che sarà prevista la realizzazione di circa 5000 colonnine per tutta la città. Su questo abbiamo ottenuto l’impegno del Presidente del Municipio per la realizzazione di una serie di colonnine nell’area del parcheggio taxi. Sul tema car sharing/bike sharing avendo messo il Comune come paletto fondamentale la possibilità di avere stalli entro un miglio da una fermata metro, Casal Monastero non rientrebbe in tale casistica. Il Presidente del Municipio si é impegnato a far realizzare nel parcheggio del municipio stesso degli stalli per intercettare in questo modo il fabbisogno del quartiere.
In ultimo ma non meno importante, abbiamo illustrato alle autorità presenti il progetto portato avanti dall’Assc Casal Monastero da oramai 4 anni, denominato “ Eco 360” che punta ad arrivare ad essere un progetto pilota per la città, per la realizzazione del primo quartiere ecosostenibile a Roma.
Tale progetto si é ispirato all’agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile e comprende diversi temi che spaziano dalla mobilità, al riciclo, all’attenzione, all’ambiente, all’adozione di fonti rinnovabili e all’inclusione e al miglioramento della qualità del lavoro
Questo é tutto
Per ogni eventuale idea, proposta o confronto costruttivo, vi attendiamo come sempre nella nostra sede nella giornata di venerdi dalle ore 17 alle 19
Sperando di aver fatto cosa gradita, ringraziamo chi é riuscito a sopravvivere al lungo post 🤣 vi salutiamo cordialmente
Assc Casal Monastero
Il Presidente
Elvina Gjoni
Media voto: 2.00 su 5.00
Articolo precedenteInaugurazione NIDO Poppea Sabina
Articolo successivoUn quartiere sempre più green: inaugurazione della compostiera