404: situazione drammatica!!

0
183

Continuano a pervenire all’associazione lamentele sulla regolarità delle corse del bus 404, quindi, visto che anche il 308 ancora non si vede nel nostro quartiere, abbiamo deciso di scrivere la seguente nota.
Dopo le festività natalizie proporremo un incontro con i cittadini per coordinare una azione di protesta maggiormente incisiva.

Al Presidente della Società ATAC Spa
Dr. Fulvio Vento

Alla Società ATAC Spa
c.a. Dr. Valerio Neri

Alla Società ATAC Spa
c.a. Dr.ssa Saccarelli

Alla Società ATAC Spa
c.a. Dr.ssa Brancaccio

E p.c. – All’Assessore ai LL.PP. del Municipio V
Dr. V. Lamorgese

Al Consigliere del Municipio V
c.a. Dr.ssa A. Scacco

Oggetto: Ennesima segnalazione sul perdurare delle irregolarità della linea 404 e sollecito delle procedure per prolungamento linea 308.
Municipio V.

Abbiamo ricevuto la nota a firma del Dott. Neri del 25/10/2005, che si allega in copia, nella quale nuovamente si rimanda ad ulteriori controlli la verifica della linea 404 e all’ottenimento del parere favorevole in merito al prolungamento della linea del bus 308.
Purtroppo dobbiamo constatare una inefficienza sia da parte dell’ATAC, che non riesce più a gestire i sub-sub-sub- appalti, che da parte della SITA che non riesce a fornire un servizio adeguato così come previsto dalle tabelle orarie.
E’ quindi con sommo rammarico che ci vediamo costretti ad appoggiare i cittadini esasperati in una forma di protesta diversa da quella sin qui condotta, in quanto le numerose note trasmesse “sempre sullo stesso tema, l’irregolarità del 404” non hanno sortito effetto alcuno.
Sarebbe comunque ancora evitabile quanto sopra descritto con una tempestiva comunicazione circa un reale esito dei controlli effettuati sulle corse del 404 (l’aver delegato la SITA a controllare la SITA non ci è sembrata una mossa convincente…….”oste com’è il vino?”) e un necessario aumento delle vetture.

Nel frattempo ci siamo voluti informare sull’iter procedurale per l’ottenimento del prolungamento del percorso del 308, ed è scaturito quanto segue:
dopo aver avuto modo di illustrare alla Dott.ssa Saccarelli, in un incontro presso il Municipio V il 28/6/2005 – le note precedenti risalgono al 20/12/2004 di cui si allega copia – il semplice tracciato proposto che, per il momento non prevede lo spostamento del capolinea né tanto meno l’utilizzo del semaforo di via Dante da Maiano, abbiamo dovuto attendere un nuovo incontro, tenuto sempre presso il Municipio l’8/11/2005, per sapere che il percorso era stato accettato sia dal Municipio che dall’ATAC che dal Dip. VII, peccato che ad oggi non si abbia ancora nessuna traccia dell’unica fermata da noi richiesta nel quartiere!!!
Quindi abbiamo cercato di capire dove fosse l’intoppo e, verificato che il Municipio ha già rilasciato il N.O. di competenza, sembra che il Dip. VII sia in procinto di rilasciare il proprio ma al PROGETTO PRELIMINARE DEL PROLUNGAMENTO !!!
Ma non sarebbe stato sufficiente un verbale con l’accettazione del preliminare già in sede di riunione l’8/12/2005, per dare poi il via alle procedure di approvazione del tracciato definitivo?
Non esiste snellimento nelle procedure quando si vogliono ignorare i problemi.
Insomma questa tempistica non è degna dei cittadini che vorrebbero utilizzare quotidianamente il mezzo pubblico e che nonostante paghino regolarmente il servizio vengono lasciati regolarmente all’addiaccio.
Non sono state sufficienti tutte le note inviate da noi e dai singoli, né le denuncie indirizzate ingiustamente a coloro che dopo aver subito il danno dell’attesa di oltre un’ora si sono visti recapitare anche la beffa della citazione per interruzione di pubblico servizio.
Ma quale servizio???
I cittadini hanno esaurito la loro scorta di pazienza ed ora propongono nuove forme di protesta, noi non possiamo biasimarli, anzi, li seguiremo, anche legalmente laddove sia riscontrata una defezione alle proprie competenze professionali.

Nel perseguire, ancora una volta, la via del reciproco rispetto, cogliamo l’occasione per porgervi i nostri auguri di Buone Feste.

Roma, 19.12.2005

Il Presidente
Alessandro Zaghini

Media voto: 3.00 su 5.00