ADSL a Casal Monastero: sogno o realtà?

0
14

Venerdì 17 febbraio (in barba alla scaramanzia!) sono state spedite due lettere da parte dell’A.S.S.C. in relazione alla problematica ADSL, una alla Telecom (tre indirizzi) e una all’Autorità garante delle Telecomunicazioni, con ovviamente in allegato le firme raccolte nei mesi scorsi.

Il testo delle lettere lo potrete leggere qui di seguito, certo questo non risolverà il problema nell’immediato ma speriamo almeno di avere delle notizie certe e quindi attendibili sulla reale situazione di questa benedetta “banda larga”.
A questo primo segnale, seguirà l’invio per posta elettronica delle stesse lettere ai principali quotidiani di Roma e al gruppo “Anti Digital Divide”, http://www.antidigitaldivide.org, successivamente informeremo anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri per informarli della situazione che chiaramente determina uno svantaggio di base per quelle attività che vorrebbero investire nella nostra zona ma sono costretti a rinunciare per la mancanza di collegamento veloce ad internet, creando così minori opportunità di lavoro.
Noi del Comitato di quartiere speriamo di avere presto notizie positive da portare all’attenzione dei “naviganti”.

——————–
Nota n.1

Alla Telecom Italia S.p.A. – Direzione Generale
Via Flaminia, 189 – 00196 Roma

Alla Telecom Italia S.p.A. – Sede Filiale Roma
Via Oriolo Romano, 240 – 00189 Roma

Al Dr. Nocentini Stefano – Responsabile Rete Telecom
Via di Val Cannuta, 250 – 00166 Roma

Oggetto: Richiesta di copertura del servizio ADSL nel Piano di Zona Casal Monastero, Roma, Municipio V.

Il Piano di Zona denominato Casal Monastero (uscita 12 esterna del GRA – tra via Tiburtina e via Nomentana), sorto circa 10 anni fa, si trova a soli 800 metri dalla cosiddetta Tiburtina Valley, la più vasta area industriale di Roma Est, dove sono ubicate grandi aziende del calibro di Alenia Spazio, Mercedes, AVIS ed altre, importanti, attività commerciali.

Se da un lato questa vicinanza poteva in qualche modo giovare agli abitanti, di certo non ha prodotto alcun beneficio per quel che riguarda la copertura ADSL, infatti allo stato attuale questa risulta parziale ed insufficiente ad accogliere le tantissime richieste degli “ESCLUSI”, sia singoli cittadini che attività commerciali.

Questa situazione discrimina in modo negativo la nostra zona in quanto impedisce la nascita di quelle nuove attività che fanno del collegamento veloce ad internet la base fondante del loro lavoro.

Anche i singoli cittadini, tra i quali i settecentottanta, ed oltre, firmatari della petizione allegata, si vedono negata la possibilità di usufruire di un servizio che ormai sta diventando sempre più parte del nostro vivere quotidiano e sempre più diffuso nelle abitazioni, in modo particolare in zone come questa dove è alta la percentuale di giovani e quindi possibili contratti ADSL.

Senza inoltrarci in sterili quanto inutili discorsi sulle motivazioni tecniche di tale disservizio, ci facciamo portavoce dei cittadini chiedendovi un intervento urgente per assicurare, anche alla nostra zona , la copertura ADSL, non come servizio aggiuntivo ma come servizio primario alla stregua della linea telefonica tradizionale (a Torraccia il problema sembra sia stato risolto con l’attivazione di ulteriori mille linee).

Certi della sensibilità che una azienda tecnologicamente avanzata come la Telecom saprà riporre in merito alle nostre istanze, attendiamo fiduciosi un cortese cenno di riscontro.
Distinti saluti.

——————–
Nota n.2

All’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Via delle Muratte, 25 – 00187 Roma

Oggetto: Mancanza di copertura del servizio ADSL nel Piano di Zona Casal Monastero, Roma, Municipio V.

Dal sito dell’Agcom:
“……Pregiudiziale a ogni altro obiettivo è stata tuttavia e continua ad essere l’innovazione tecnologica, destinata ad arricchire il quadro delle risorse disponibili, a innestare nuovi processi produttivi, a favorire la formazione di nuovi linguaggi e l’alfabetizzazione dei cittadini verso la società dell’informazione…………”

Il Piano di Zona denominato Casal Monastero (uscita 12 esterna del GRA – tra via Tiburtina e via Nomentana), sorto circa 10 anni fa, si trova a soli 800 metri dalla cosiddetta Tiburtina Valley, la più vasta area industriale di Roma Est, dove sono ubicate grandi aziende del calibro di Alenia Spazio, Mercedes, AVIS ed altre, importanti, attività commerciali.

Se da un lato questa vicinanza poteva in qualche modo giovare agli abitanti, di certo non ha prodotto alcun beneficio per quel che riguarda la copertura ADSL, infatti allo stato attuale questa risulta parziale ed insufficiente ad accogliere le tantissime richieste degli “ESCLUSI”, sia singoli cittadini che attività commerciali.

Infatti la TELECOM ITALIA S.p.A., monopolista del cosiddetto “Ultimo miglio”, non garantisce la copertura della zona in Banda Larga in quanto non ha a disposizione doppini sufficienti per fornire un servizio di questo tipo.

Questa situazione discrimina in modo negativo la nostra zona in quanto impedisce la nascita di quelle nuove attività che fanno del collegamento veloce ad internet la base fondante del loro lavoro.

Anche i singoli cittadini, tra i quali gli oltre settecentottanta firmatari della petizione allegata, si vedono negata la possibilità di usufruire di un servizio che ormai sta diventando quotidiano e sempre più diffuso nelle nostre abitazioni, in modo particolare in zone come questa dove è alta la percentuale di giovani e quindi probabili contratti ADSL.

Senza inoltrarci in sterili quanto inutili discorsi sulle motivazioni tecniche di tale disservizio, ci facciamo portavoce dei cittadini chiedendovi un intervento urgente per garantire, anche alla nostra zona, la copertura ADSL, non come servizio aggiuntivo ma come servizio primario alla stregua della linea telefonica tradizionale.
Inoltre va sottolineato il fatto che, alcuni operatori come Tiscali e Fastweb, nelle loro ondate pubblicitarie, spesso inducono gli utenti a credere di poter usufruire del servizio ADSL semplicemente cambiando contratto, salvo poi dover accampare le scuse più disparate quando verificano tecnicamente l’impossibilità a fornire il servizio.

Attendiamo fiduciosi un cortese cenno di riscontro.
Distinti saluti.
———————

Ora non resta che attendere fiduciosi…..

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

Media voto: 3.00 su 5.00