La Scuola Media di Casal Monastero

0
49

Resoconto dell’incontro del 16/01/2009 avuto con l’Assessore e con i responsabili dei lavori.

La costruzione delle scuole è, ovviamente, una priorità molto sentita dai cittadini e pertanto anche il Comitato sta cercando di trovare il bandolo della matassa affinché l’opera sia realizzata nei tempi stabiliti.
Per questo motivo, dopo le risposte poco esaustive avute nell’Assemblea Pubblica del 13 dicembre scorso e visto che i lavori tardano a riprendere, abbiamo chiesto all’Assessore Ghera (Lavori Pubblici del Comune di Roma) di convocare con – estrema urgenza – un incontro su questo tema specifico.

Puntuale è giunto l’invito a partecipare ad una riunione che si è tenuta venerdì 16 gennaio presso l’Assessorato di Via Petroselli, alla presenza del Direttore dei Lavori della Scuola Media (arch. A. Salvioni), del responsabile dell’Impresa appaltatrice (Ing. M. Ferranti), del Responsabile Unico del Procedimento nonché Direttore dell’Edilizia Scolastica del Dipartimento XII (Ing. R. Massaccesi), dell’Assessore stesso e di due Consiglieri del Comitato di Quartiere Casal Monastero, i quali hanno redatto il seguente sunto dell’incontro.

Lo scorso 16 gennaio 2009 il Comitato di quartiere è stato ricevuto dall’Assessore Ghera il quale ha presieduto un incontro in cui erano presenti anche l’ Impresa, il R.U.P. e il Direttore dei lavori della tanto attesa scuola media.
La riunione si è tenuta per avere delucidazioni sui motivi del mancato rispetto del cronoprogramma, che allo stesso Assessore non sembravano chiari, dal momento che alla scadenza contrattuale prevista per marzo 2009, in seguito all’approvazione del progetto in variante, causa nuova configurazione strutturale conseguente i ritrovamenti archeologici, è già stata concessa una proroga contrattuale di 220 giorni per cui il nuovo termine di ultimazione dei lavori risulta slittato ad ottobre 2009.
Allo stato attuale i lavori sono stati sospesi dal D.L. a far data dal 3/11/2008 e il motivo a cui si fa risalire tale sospensione – chiesta da parte dell’Impresa – è di calamità naturale per le precipitazioni straordinarie che hanno colpito particolarmente la nostra zona e non hanno lasciato asciugare il terreno impedendone il drenaggio.
L’ Ingegnere dell’Impresa ha spiegato infatti l’impossibilità di predisporre la fondazione su platea, senza prima procedere ad un consistente costipamento del terreno.
In termini più semplici, non si tratta solo di riempire lo scavo archeologico, ma di compattare il terreno che sarà sotto la fondazione della scuola con una macchina speciale molto pesante, dotata di grandi rulli, che risulterebbe poco efficace e altamente rischioso utilizzare in condizioni di instabilità dovuta alla presenza di acqua e fango.
Questo il motivo per cui sono fermi i lavori, anche per quanto concerne l’utilizzo dei macchinari di prova di resistenza del terreno, fermi in cantiere dal mese di novembre.
L’Impresa ha tenuto a precisare la propria attendibilità, anche dal lato economico per la forza lavoro a propria disposizione, ha dichiarato inoltre l’immediata ripresa dei lavori e la propria disponibilità al rispetto puntuale del cronoprogramma, recuperando il tempo perso anche attraverso ore di straordinario.
In ultimo l’Assessore ha confermato da parte sua l’attesa in prima persona di queste aspettative e, tramite un monitoraggio costante del proseguimento dei lavori, si accerterà del corretto svolgimento delle mansioni svolte dal R.U.P. e dell’operato del D.L.
Il Comitato di quartiere dal canto suo, continuerà a controinformare l’Amministrazione sull’andamento dei lavori, a continuare ad essere parte attiva nell’interesse di cittadini e ad aggiornarli tempestivamente sulle altre comunicazioni in merito.
Chiederemo all’Assessore di convocare un nuovo incontro, già alla metà del prossimo mese di febbraio, per sincerarci dell’effettiva ripresa dei lavori.
I Consiglieri A.S.S.C. – Francia S. e Antonini S.

Dopo questo resoconto, speriamo di vedere presto gli operai al lavoro e l’inizio delle opere di fondazione di questo edificio scolastico che il quartiere merita ed aspetta da troppo tempo.
Da ultimo vi informiamo che, come annunciato nelle precedenti notizie sull’argomento, a giorni inizieranno i lavori della Scuola Elementare (nella stessa area della scuola media ma adiacente alla scuola materna ora esistente) e dell’Asilo Nido previsto dietro alla nostra sede.

Un buon 2009 si prospetta quindi per il nostro quartiere, almeno a giudicare da questo inizio anno, visto e considerato che stanno partendo alcune tra le opere più attese dai cittadini e sulle quali si è dedicato e battuto moltissimo il Comitato di Quartiere.
Tra queste c’è l’installazione delle Barriere Anti-Rumore sulla bretella Nomentana Bis (Via Belmonte in Sabina) un’opera importante che il Comitato ha fortemente sollecitato e di cui presto potranno beneficiare tutti coloro che affacciano direttamente sull’arteria stradale.
Ci aspettiamo un segnale di approvazione da parte di questi nostri concittadini.
Infine, in segno di tolleranza, anche se non dovremmo, facciamo un appello ai writers che sono già entrati in azione proprio su queste barriere: se potete, non scrivete sulle parti vetrate e se proprio dovete “grafitare” realizzate almeno disegni esteticamente apprezzabili e piacevoli da guardare.
Inoltre, se volete, ci sarebbe da riverniciare la sede dell’Associazione, un “graffito” sarebbe forse appropriato allo scopo, aspettiamo le vostre proposte.
Grazie

La sede dell’Associazione è aperta il venerdì ed il sabato dalle ore 17:00 alle 19:00 in Via Poppea Sabina 71. Vi aspettiamo.

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

Media voto: 3.00 su 5.00

Ultimo aggiornamento: