Resoconto della IV° edizione della festa degli alberi

0
78

Avvenimento tanto atteso dai bambini, ma anche da tutti gli abitanti di Casal Monastero, è la “Festa degli Alberi”, che sabato 17 ottobre scorso è giunta alla IV edizione.

In compagnia di bimbi temerari che non si sono scoraggiati di fronte al cielo bigio e alla giornata freddina, (pochi per la verità) ma anzi armati di paletta e annaffiatoio, abbiamo piantato tante piante che abbelliranno, con un po’ di pazienza e un po’ di incoraggiamento, sempre di più il nostro quartiere.
Ci vorrà del tempo e soprattutto, fin quando non si risolverà il problema dell’innaffiamento, la cura di tutti noi, che le annaffieremo di tanto in tanto almeno nei mesi estivi .
Enorme successo ha riscosso, ancora una volta, l’iniziativa di apporre una targa col nome del proprio bambino sull’albero, iniziativa che ha un duplice significato: quello di veder crescere una pianta insieme al proprio figlio ed anche quello di sensibilizzare i piccoli, ragazzi e uomini di domani, all’amore per la natura e per il luogo dove vivono.
Nel ringraziare le insegnanti della Scuola Casale Azzurro – e la Coordinatrice Maria Citti – per averci permesso, ancora una volta, di cominciare questa giornata di festa proprio all’interno della Scuola, intendiamo ricordare che oltre ad essere tutte presenti, di sabato, svolgono un grande lavoro nei giorni precedenti l’evento raccontando storie appassionanti e molto educative per i nostri bambini.
Storie come quella che potrete leggere a fondo pagina.
Inoltre, il Comitato ringrazia:

  • l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, che ha concesso il patrocinio all’iniziativa e insieme al Servizio Addobbi ha fornito molte delle essenze messe a dimora;
  • il Corpo Forestale dello Stato;
  • l’amico Massimo Galli, sempre pronto a fornirci nuovi alberi oltre alla sua preziosa assistenza;
  • Vivaio Fonte Nuova Srl, che ringraziamo davvero tanto per la gentile collaborazione;
  • l’Assessorato all’Ambiente del Municipio 5, per il patrocinio concesso;
  • il Consigliere Municipale Giorgio Sperandio, per il suo interessamento presso gli uffici centrali.

Ed infine, per una volta, dedichiamo un grazie caloroso ai “vecchietti” del Comitato, che instancabilmente, puliscono le aree destinate ad accogliere le piante, scavano buche, caricano e scaricano vasi pesanti.
Grazie davvero, perché ci dimostrate d’essere giovani al di là dell’età anagrafica e meglio di alcuni ventenni che più che giovani sembrano bradipi!

Entro breve saranno stampate le targhe con i nomi dei bambini e non appena saranno attaccate ai tutori degli alberi ognuno di loro riceverà la lettera che riporterà il tipo di pianta assegnata e la sua posizione. Da quel momento il bimbo stesso diventerà il suo “Giardiniere Ufficiale”.

Appuntamento alle prossime manifestazioni dell’A.S.S.C. Casal Monastero.

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

C’ERA UNA VOLTA…UN GIOVANE ALBERELLO…

C’era una volta un semino che cercava un posto dove poter crescere e diventare un albero dalla chioma frondosa e ospitare, così, tutti gli animaletti che avevano bisogno di lui.
Cercando, cercando, con l’aiuto del vento, riesce ad arrivare in un parco dove ci sono tanti bambini che giocano.
Il semino, tutto contento, decide che quel posto può fare al caso suo e pensa: “bene, così posso fare ombra ai miei amici bambini”.
Il semino, con l’aiuto della pioggia, del sole e della terra, comincia a trasformarsi: crescono le radici sotto la terra e spunta una piantina con le foglioline che ogni giorno cresce un po’ di più fino a diventare un giovane alberello.
Era alto proprio come i bambini che giocavano lì!
Un giorno però succede una cosa molto spiacevole per la giovane piantina….
Era una giornata bellissima, il sole splendeva e tutti i bimbi decisero di fare una festa nel parco.
Ogni bambino portò qualcosa da mangiare, pizza, patatine, pop corn, caramelle e tanto altro ancora.
Tutto andava bene fino a quando l’alberello iniziò a sentire che c’era qualcosa che non andava.
Guardò in basso e vide che a terra, sulle sue radici, era tutto sommerso di cartacce, bottiglie e bicchieri di plastica, tovaglioli e sporcizia.
L’alberello era molto triste perché non riusciva più a crescere e si sentiva soffocare, così pensò: “forse questo era il posto giusto per me, ma cosa posso fare adesso? Chi può aiutarmi?”.
Il tempo passava e l’alberello cominciava a perdere ogni speranza, non poteva crescere in un posto così sporco.
Un giorno finalmente, un bimbo si accorge che il piccolo alberello non sta più crescendo e comincia ad ingiallire, così chiama i suoi compagni e dice loro: “cosa sarà successo a questo giovane albero?”.
Un bambino più grande risponde: “proviamo a liberarlo da tutte le cartacce”.
Tutti i bimbi si riuniscono con rastrelli, scope, palette e guanti, e cominciano a pulire tutto il parco.
Stanchi ma soddisfatti fanno una promessa: “non getteremo più cartacce per terra !!!”.
L’alberello felice, finalmente ricomincia a crescere e da quel giorno tutti i bambini del parco organizzano ogni anno una grande festa in onore dell’albero…

I Bambini della scuola materna di Casal Monastero

Media voto: 3.00 su 5.00