Ricorso contro il Consorzio di Bonifica

0
9

Il Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano non riuscirà a farla franca!

Roma, 05/09/2006
CONSORZIO DI BONIFICA TEVERE E AGRO ROMANO :
LA COMMISSIONE TRIBUTARIA NON ESAMINA I NOSTRI RICORSI
Impugnando un cavillo burocratico, il Consorzio di Bonifica è riuscito a far respingere il primo dei ricorsi collettivi che avevamo presentato presso la C.T.P.

I cittadini che l’anno scorso hanno presentato ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale contro le cartelle esattoriali del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano relative alla quota consortile dell’anno 2003 stanno ricevendo in questi giorni una lettera in cui si comunica il dispositivo della sentenza.

La Commissione Tributaria Provinciale di Roma, senza entrare nel merito della questione e delle ragioni esposte dai cittadini, ha dichiarato inammissibile il ricorso per assenza d’imposta. Ovvero, non accettando il ricorso collettivo, ha smembrato il fascicolo presentato dal Comitato di quartiere, ricavando così tanti ricorsi quanti erano i ricorrenti, ma tutti privi della marca da bollo.

L’assenza dell’imposta ha determinato quindi il vizio che non avrebbe consentito alla Commissione di produrre giudizio. Ciò non significa che viene meno la bontà delle ragioni dei cittadini di Casal Monastero di non dover pagare l’illegittimo tributo, che resta immutata, però significa che bisogna ancora sudare per far valere i nostri diritti.

Come cittadini dobbiamo registrare ancora una volta la nostra debolezza nell’ordinamento e il ritardo del nostro sistema a dare riconoscimento all’azione collettiva. Insomma, in Italia bisogna ancora spendere 20 euro per affermare il diritto a non pagarne 15 !

In questo mese il Comitato di Quartiere incontrerà il neo Assessore Regionale all’Ambiente Filiberto Zaratti proprio per definire la questione dei tributi del Consorzio di Bonifica relativi all’anno 2003. Ci auguriamo che, con il sostegno anche dell’Amministrazione Comunale di Roma, si arrivi a un positivo esito della vicenda.

Invece, per i tributi relativi agli anni successivi, la questione sembra essere già risolta. Il Consorzio di Bonifica, dopo il dispositivo dell’allora assessore Bonelli sollecitato dal nostro Comitato di Quartiere, avrebbe escluso Casal Monastero dal suo bacino d’ambito, per cui non dovrebbero seguire le cartelle esattoriali per chi non ha versato la quota relativa all’anno 2004.

Il Comitato di Quartiere terrà informati i cittadini di ogni sviluppo della vicenda sia con degli avvisi che inserendo degli aggiornamenti sul nostro sito www.casalmonastero.org

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

Media voto: 3.00 su 5.00