Metropolitana Linea B – Prossima fermata Casal Monastero?

0
13

Il Comitato di Quartiere di Casal Monastero ringrazia vivamente tutti i cittadini che hanno partecipato all’incontro di domenica 3 dicembre u.s. presso il Casale di Torraccia.

In questo modo abbiamo dimostrando alle autorità presenti la grande volontà di vedere finanziata, e presto realizzata, la tratta Rebibbia-Casal Monastero della Metropolitana linea B.

I rappresentanti della Pubblica Amministrazione che sono intervenuti, si sono congratulati con noi per la buona riuscita della manifestazione e si sono dimostrati propensi a sostenere la nostra richiesta di finanziamento.
Dopo una breve presentazione del tema in oggetto, curata dal coordinatore del Laboratorio 5 Federico Stopponi, ed una cronistoria del progetto del prolungamento della metro B – dal 1998 ad oggi – a cura del responsabile dell’AQ30 Roberto Chiappini, si è data subito la parola agli invitati.

In particolare l’On. Paolo Cento – che nel suo intervento ha evidenziato la rilevanza sociale e culturale che assume la realizzazione di una stazione della metro nel quartiere di San Basilio, definito fino a pochi anni fa “estrema periferia”, insieme all’importanza strategica per la mobilità dei due quartieri di Torraccia e Casal Monastero ma più in generale della zona est di Roma – si è mostrato disponibile a caldeggiarla nelle sedi istituzionali, sia presso il Governo Centrale che presso il Consiglio Comunale, proponendo un nuovo incontro su questo stesso tema entro marzo 2007 per fare nuovamente il punto della situazione e verificare i risultati conseguiti dall’azione congiunta dei Comitati e delle forze politiche.

Anche l’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma Mauro Calamante ha accolto positivamente le nostre richieste e – nonostante abbia denunciato una difficoltà oggettiva nell’attuare le soluzioni al trasporto pubblico proposte dall’Azienda ATAC senza l’intervento straordinario del Governo che riconosca i diritti di “Roma Capitale” – ha nuovamente ribadito che il progetto di questo prolungamento è in una fase progettuale più avanzata rispetto agli altri previsti, e che le priorità dell’attuale Giunta Comunale sulla cosiddetta “Cura del Ferro” mettono al primo posto la realizzazione della Linea C (già in parte finanziata con fondi statali) e subito a seguire il prolungamento della linea B, tratta Rebibbia-GRA.
Peraltro, sempre secondo l’Assessore, il progetto definitivo “Cantierabile” potrebbe essere pronto per andare in gara entro settembre del 2007, mese più mese meno, a condizione che non ci siano particolari ritrovamenti nel sottosuolo.

Noi, insieme ai cittadini, auspichiamo un atteggiamento “comprensivo” da parte della Soprintendenza Archeologica, che tenga conto dell’importanza strategica di questo prolungamento e che magari sappia cogliere l’opportunità per valorizzare ed esporre al pubblico quanto rinvenuto nel corso delle recenti, approfondite, campagne di scavi già effettuate per la realizzazione di opere edili, sia private che pubbliche, nella zona.

Del resto tutti avranno notato le recinzioni e i cartelli degli scavi archeologici che sono iniziati il 23 novembre 2006. Questi interesseranno 11 aree lungo il tracciato del previsto prolungamento (a Casal Monastero ad esempio si possono vedere i cantieri nell’area intorno al Casale di Via Elisea Savelli e in quella di fronte alla Snai), prevedono una durata di 90 giorni ed un costo complessivo di circa € 490.000,00.

Tornando all’incontro di domenica scorsa, va evidenziata la presenza e l’intervento del Consigliere Comunale Eugenio Patanè il quale ha confermato l’interesse del Sindaco di Roma e di tutta la Giunta sul potenziamento delle linee metropolitane quale mezzo risolutore per ovviare all’attuale “paralisi” del traffico veicolare.

Proprio nell’interessamento del Consigliere Patanè riponiamo molte delle nostre speranze affinché sia inserito nel Bilancio Comunale il finanziamento mancante, tutto o in parte.

Non poteva mancare, nell’intervento dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Roma Dario Esposito, un chiaro messaggio sui benefici derivanti dall’uso del mezzo pubblico in sostituzione dell’automobile.
L’aria sarebbe più respirabile e di conseguenza anche la qualità della vita sarebbe migliore.
Se poi a questo aggiungiamo che l’Assessore si è impegnato a trasformare in realtà un altro nostro sogno, quello di realizzare una pista ciclo-pedonale di collegamento tra Torraccia e Casal Monastero (attualmente in progetto ed argomento di recente sopralluogo da parte dell’Ufficio Tecnico del Dipartimento X), allora davvero possiamo affermare che il nostro costante (e faticoso) apporto darà ancora risultati tangibili, per tutti i cittadini.

Il Presidente del Municipio V, Ivano Caradonna, condivide le nostre richieste e le sosterrà nelle sedi opportune.
Nel suo intervento ha puntualizzato che una mobilità sostenibile ed una viabilità che consente di raggiungere con facilità il posto di lavoro, particolare riferimento al Polo Tecnologico Tiburtino, possono essere elementi determinanti affinché la Comunità Europea giudichi quelle aree adatte ad ospitare proposte importanti come il “Progetto Galileo”, che sarà uno dei più importanti centri di collegamento satellitare in Europa.

Proprio in quest’ottica vanno viste le grandi opere che oggi interessano, o interesseranno a breve, questa parte della città, quali ad esempio il raddoppio della Tiburtina, l’adeguamento della Stazione Tiburtina, il prolungamento della linea B della Metropolitana, gli Art.11, le complanari all’A24 e tutti gli altri interventi sulla mobilità nel Municipio V.

Al termine dell’incontro i cittadini hanno potuto rivolgere alcune domande alle autorità presenti.
Quasi tutti gli intervenuti hanno denunciato la grave situazione del trasporto pubblico locale con particolare riferimento all’atteso prolungamento della linea autobus 344 ed alla catastrofica linea autobus 404, questa linea, oltre ad essere carente ha causato persino delle denunce per “interruzione di pubblico servizio” ai cittadini, una vera assurdità!

L’Assessore Calamante ha chiesto di potersi documentare sulle domande poste dai cittadini, rinviando le risposte, e speriamo le soluzioni, ad un incontro da tenersi a breve con i Comitati.

Sapremo tenervi aggiornati sugli sviluppi di questa vicenda, che riteniamo prioritaria.

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo (in collaborazione con Laboratorio V)

Media voto: 3.00 su 5.00