Tiburtina, il raddoppio è servito

0
102

Signori, il regalo del Comune per Natale è arrivato ieri. E’ stato sbloccato il calvario giudiziario per la via Tiburtina: si parte con il progetto. I cantieri dovrebbero partire tra un mese e mezzo.

A spiegarcelo è l’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo D’Alessandro: «Il raddoppio prevede doppie corsie – dice soddisfatto – il corridoio centrale per il trasporto pubblico e posteggi di scambio a via Marco Simone, in provincia di Guidonia. L’opera andrà da Ponte Mammolo fino a via Marco Simone, appunto dove è prevista un’area di interscambio con collegamenti rapidi con jumbo bus. Il piano è quello di trasformare gli autobus in una sorta di metro per velocità di esercizio. Ma anche il traffico privato avrà fortissimi benefici, sia per chi viene dall’hinterland in città che viceversa. Non nascondo la mia soddisfazione per questo via libera, si è perso molto tempo ma ci riprenderemo in corsa. Quello della Tiburtina è un progetto assolutamente strategico che per importanza non è da meno del passaggio a Nord ovest». Sempre ieri è stato presentato un altro progetto strategico per un punto nevralgico (e sempre intasato): l’allaccio dalla tangenziale alla A24. A fine gennaio partiranno i cantieri per realizzare delle complanari per separare il traffico locale da quello autostradale. Saranno realizzate due nuove carreggiate parallele alla sede autostradale esistente che miglioreranno la circolazione dei veicoli lungo la tratta autostradale che va dalla barriera di Lunghezza al Verano e, più in generale, agevoleranno la mobilità del quadrante est di Roma. Mille giorni e tutto sarà pronto. Il conto alla rovescia è iniziato.

A.S.S.C. Casal Monastero
Il Direttivo

Media voto: 3.00 su 5.00

Ultimo aggiornamento: