La dignità e il senso civico dei cittadini

    0
    74

    Abbiamo ricevuto questa lettera scritta da Loredana e volentieri la pubblichiamo sul sito per riflettere insieme a voi sulla “questione prostituzione” o più in generale sui diversi problemi della periferia romana e su come ognuno di noi sia chiamato a tutelarla.

    Nel nostro piccolo, noi del C.d.Q. facciamo quel che possiamo e invitiamo – da sempre – i cittadini ad una maggiore collaborazione, perché a volte anche un piccolo gesto, un contributo come questo, può essere il primo passo verso una più tangibile partecipazione civica.

    La porta del C.d.Q. è sempre aperta !

    Oggetto: Lettera al Sindaco e al Presidente del Municipio 5
    Data : Lunedì 26 Setembre 2011 10:22:26 +0100 (BST)

    Ho scritto questa mail al Signor Sindaco di Roma e al Presidente del V Municipio:

    Gent.mo Signor Sindaco dott. Alemanno
    Gent.mo Presidente 5° Municipio, dott. Caradonna

    Sabato 24 alle 22,30, dopo una cena presso parenti che risiedono a Casal de’ Pazzi, percorrevo con le mie bambine la via Tiburtina.
    Durante tutto il percorso verso casa ed esattamente dalla fermata metro Rebibbia fino al GRA sui marciapiedi passeggiavano, ad una cinquantina di metri l’una dall’altra, signorine di poco, quasi di nulla vestite.
    Le mie bambine mi chiedevano cosa ci facessero così tante ragazze ad una così “tarda” ora, da sole con abiti così colorati e molto corti.
    Sinceramente non mi sono mai trovata così in imbarazzo come sabato sera.
    Erano davvero molte ed alcune si trovavano presso il Mc Donald’s tanto caro ai bambini.
    Come cittadina sono davvero indignata che nulla o poco si faccia per questo fenomeno.
    A volte sfrecciano auto della polizia e non si fermano neanche per un controllo.
    Mi vergogno della periferia, della “mia” periferia, per questo fenomeno, per il degrado, per la sporcizia!
    Sono una mamma ed una insegnante supplente precaria di asilo nido e scuola dell’infanzia, cerco di insegnare alle mie bambine ed ai miei allievi cosa significa il rispetto per il bene comune e le più elementari regole del senso civico.
    Questo ahimé non è sufficiente.
    Diamoci da fare per migliorare la nostra città nelle zone più povere.
    Arginiamo la prostituzione, la violenza e l’ignoranza.
    Ci sono i tagli ai comuni, non tagliamo ai cittadini la dignità di vivere “anche” in periferia.

    Grazie

    Media voto: 3.00 su 5.00